Il castello delle favole di Neuschweinstein

Il castello di Neuschweinstein risale al XIX secolo e si trova nella Baviera meridionale, a pochi chilometri dalla cittadina di Füssen, poco lontana dal confine austriaco e svizzero. Lo conosciamo come il “castello delle fiabe” perchè Walt Disney ne ha tratto ispirazione per alcuni dei suoi film più famosi, come Biancaneve e i sette nani o Cenerentola. Raggiunta la località di Schwangau, è possibile lasciare l’auto in uno dei parcheggi a pagamento (tariffa giornaliera 5 euro) oppure lasciarla lungo la strada appena prima del centro abitato.

Ci sono varie possibilità per salire al castello che è situato su una collina:

– una piacevole passeggiata a piedi di circa 20 minuti

– in carrozza al costo di 6€ per la salita e 3€ per la discesa per una durata di circa 50 minuti

– l’autobus al costo di 1,80€ per la salita, 1€ per la discesa mentre A/R 2,60€. La strada percorsa è diversa dal tratto pedonale che porta sotto al castello. Questa variante arriva in 40 minuti al ponte Marienbrücke che sormonta la gola di Pöllath con la sua cascata alta circa 50 metri. E’ da qui che si può ammirare il castello in tutto il suo splendore, proprio come nelle foto più famose. In una decina di minuti di cammino nel bosco si raggiunge l’ingresso.

neuschweinstein castle

Castello di Neuschweinsteim visto dal Marienbrücke

Il castello è aperto da aprile a settembre dalle 8 alle 17 e da ottobre a marzo dalle 9 alle 15. I biglietti devono essere acquistati  presso il Ticketcenter di Schwangau. Il costo della visita guidata alle sale del castello è di 12 euro per una durata di circa 35 minuti. L’uso di macchine fotografiche e videocamere è vietato. Tra le stanze degne di nota:

– la sala del trono: è stata realizzata in stile bizantino e adornata da numerosi dipinti e da un pavimento dorato in mosaico. Nell’abside settentrionale manca il trono regale, che non venne più realizzato dopo la morte improvvisa di Ludwig a 41 anni. Questa è la stanza che è stata ripresa dalla Disney per la realizzazione della sala da ballo del cartone La Bella e La Bestia.

– la camera da letto:  le pareti intorno riportano immagini romantiche tratte dalla storia mitologia di Tristano e Isotta. Il letto a baldacchino di Ludwig, è ornato da sontuosi intagli in legno.

– la grotta e il giardino d’inverno: la grotta artificale si trova tra il Salone e lo Studio ed è adornata con stalattiti e stalagmiti.  Agli inizi aveva anche una cascata ed era illuminata da luci colorate. Da una porta scorrevole in vetro, rientrante nella roccia, si accede al piccolo giardino che apre la vista ad bel panorama sulle alpi e i laghi circostanti.

Per quanto mi riguarda, la visita è stata sicuramente piacevole ma non è sicuramente una scelta obbligata. Andando fuori stagione (settembre) non ho trovato code al Ticketcenter e quindi è stato tutto più semplice. Le sale sono molto belle, ma il castello in sè e il panorama valgono più della visione degli interni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *