Una gita fuori porta da Praga: l’ossario di Kutnà Hora

Lampadari con crani, femori..sembra una scena uscita da un film horror, no? E invece è semplicemente quello che vi aspetta se durante una vacanza a Praga, decidete di fare una gita fuoriporta a Sedlec. In questa frazione di Kutnà Hora, si trova una delle principali attrazioni turistiche della Repubblica Ceca, un ossario situato nella cappella del cimitero della Chiesa di tutti i Santi. Qui sono conservati dalle 40.000 alle 70.000 ossa umane, artisticamente combinate in modo da decorare gli interni della cappella.

Per scoprirne le origini, partiamo dall’inizio. Nel 1278 il re King Otakar II of Bohemia inviò Henry, l’abate di Sedlec, in missione in Terra Santa. Di ritorno da Gerusalemme, Henry prese con sè un po’ di terra da Golgotà e la sparse per il cimitero del monastero di Sedlec. Questo gesto lo rese famoso e sempre più persone, anche fuori dalla Repubblica Ceca, chiesero di farsi seppellire in questo luogo sacro. Per questo motivo si rese necessario ingrandire il cimitero e creare un ossario, costruendovi una chiesa gotica.

Kutnà Hora Ossario

L’organizzazione delle ossa che vediamo oggi, è frutto del lavoro dell’intagliatore ceco Frantisek Rint, al servizio del Duca di Schwarzenberg. Oltre a decorare le pareti della cappella, tra cui la sua firma con le ossa, compose delle e vere e proprie sculture. Ne sono esempi, l’imponente candeliere che si trova al centro della navata e costituito da almeno un osso di ogni parte del corpo umano e il gigantesco stemma araldico degli Schwarzenberg.

Kutnà Hora

Raggiungere Kutnà Hora è semplice, trovandosi a solo un’ora di auto da Praga. Se non volete ricorrere all’autonoleggio, potete partecipare ai tour che partono dalla capitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *